A “caccia” di una nuova mission per OIKI

A “caccia” di una nuova mission per OIKI

A “caccia” di una nuova mission per OIKI

OIKI_NEWS-INTERNA_NUOVA-MISSION-AZIENDALE

Partiamo subito dalla definizione di ‘mission aziendale’, ovvero una dichiarazione d’intenti di un’organizzazione, una dichiarazione di obiettivi da perseguire attraverso il lavoro, che si riflettono su tutta la sua filosofia di business.

 

Stabilire i punti cardine di una azienda significa giustificare la sua stessa esistenza e chiarire al consumatore/utente finale cosa può e deve aspettarsi decidendo di sceglierla.

 

Se fino ad oggi la nostra mission in Oiki e stata quella diventare un punto di riferimento nella distribuzione dell'acciaio inossidabile, un partner riconosciuto, degno di fiducia e capace di garantire ai clienti un servizio di qualità, in modo sicuro e sostenibile, ora, il management ha pensato di chiamare in causa lo staff al completo nella ricerca di una nuova sfida. Tutto il personale è stato invitato a partecipare ad un semplice sondaggio dal quale però nei prossimi mesi emergerà il nuovo traguardo da raggiungere.

 

Chiunque ha avuto la possibilità di scrivere la nuova mission aziendale, poi passata al vaglio di responsabili e dirigenti; tra tutte quelle raccolte, le tre idee considerate più rappresentative verranno successivamente votate da una giuria competente, composta dal presidente di Oiki e da membri selezionati, la cui identità verrà svelata solo al termine della “competizione”.

 

La mission vincente diventerà quella ufficiale di Oiki!

 

Prima però di iniziare a valutare le singole proposte è importante avere ben chiari i punti forti e gli assiomi sui quali si fonda la nostra azienda, a cominciare dai fattori che l’hanno resa grande, come l’affidabilità, la correttezza, la coerenza, la qualità, la cura del cliente, la riconoscibilità, la sicurezza dei suoi collaboratori, il senso di appartenenza, lo spirito di squadra e l’attenzione alla sostenibilità ambientale e sociale. Per non parlare della passione per questo mestiere che sprona a dare sempre il meglio, dell’apertura mentale che spinge oltre i propri limiti e del valore attribuito ai rapporti umani, un plus che permette ad Oiki di essere non solo un gruppo di lavoro ma una famiglia.

 

Tutti questi aspetti fondamentali sono emersi da un momento di riflessione avvenuto tra i vertici e i firstline workers durante i precedenti corsi di formazioni interna e oggi, come naturale prosecuzione del percorso svolto, la volontà è stata quella di coinvolgere il team Oiki, ad ogni livello e grado (dai commerciali fino ai magazzinieri), in questa iniziativa che si pone come finalità quella di guidare tutti verso un maggiore allineamento intorno ai valori aziendali. Come afferma Giovanni Bettuzzi il nostro AD: “abbiamo voluto condividere e includere tutti nel processo di creazione della prossima mission per diffondere a trasmettere il più possibile la nostra idea di impresa fondata su principi etici e morali. Infatti solo attraverso la coesione e la collaborazione di tutti i suoi componenti una azienda può aspirare a crescere”.

 

Dal 16 maggio 2022 è stato attivato il form dedicato a questa challenge terminata il giorno 31 dello stesso mese.

 

Stay tuned e non perdetevi la proclamazione del vincitore a luglio e l’annuncio del nuovo motto aziendale!

ENTRA INCONTATTOCON oiki







    Numeri record per Oiki nel 2021

    Numeri record per
    Oiki nel 2021

    In un anno davvero eccezionale per l’acciaio inox, i risultati di Giovanni Bettuzzi, AD di Oiki sono stati da record. Ce lo racconta il nostro AD Alessandro Bettuzzi: “l’esplosione post pandemica che ha caratterizzato il 2021 e che continua anche in questo inizio 2022 è stato per tutto il comparto un evento non previsto con effetti rilevanti e per alcuni versi spiazzanti”.

    Per darvi un’idea iniziamo a dare dei numeri, non del ‘lotto’ ma di materiale processato durante lo scorso anno, ovvero, 43.018 tonnellate. Il prodotto più richiesto, aggiunge Alessandro Bettuzzi, è stato senza dubbio l’acciaio inox AISI 304/304L, che ha raggiunto il 63% della domanda, contro il 19% dell’AISI 316/316L; gli ordini evasi di Oiki sono stati ben 17.702 per un totale di 41.244 righe d’ordine, che comprendono tutte le attività relative al prelievo di merci dal magazzino e alla loro preparazione per la spedizione.

     

    Per arrivare a tali esiti, in termini di velocità e produttività, sono stati messi in funzione otto macchinari e utilizzati due magazzini dotati di strumenti tecnologici in grado di rendere i processi di stoccaggio, picking, carico e scarico merci, completamente automatizzati. Ci tiene a sottolineare Alessandro che “tra gli investimenti più significativi del 2021 non si può non menzionare l’ammodernamento del magazzino automatico delle lamiere, la cui capienza è aumentata del 33%”. Un altro aspetto che rende particolarmente orgogliosa la direzione generale sono le assunzioni che ogni anno portano in Giovanni Bettuzzi, AD di Oiki nuova forza lavoro: se nel 2020 sono entrati tre nuovi collaboratori, nel 2021, quattro e già nel primo trimestre 2022, cinque. Conclude Alessandro con un dato molto significativo per l’azienda: il fatturato del 2021 è cresciuto del 71.8% rispetto all’anno precedente, per un valore complessivo di 113.2 milioni e un utile netto di 6.545.174 euro!

     

    Per quanto riguarda il futuro Giovanni Bettuzzi, AD di Oiki, afferma: “il nostro obiettivo per il 2022 è quello di consolidare le quantità di acciaio vendute fino ad ora. Nonostante le notevoli difficoltà, rappresentate prima dalla pandemia, ora dalla guerra e dai prezzi instabili, i risultati del primo trimestre sono stati buoni; dobbiamo però restare in allerta perché i momenti difficili devono ancora arrivare: lo scenario macroeconomico è in continua evoluzione e le recenti correzioni dei prezzi delle materie prime stanno innescando importanti pressioni sui prezzi di vendita”. Gli analisti del settore sono infatti concordi nel sostenere che una condizione di tensione prolungata faccia ipotizzare una fase di rifiato che però nel caso della persistenza della domanda e di una situazione generale così problematica potrebbe anticipare, dopo uno spostamento laterale, un nuovo movimento rialzista… Ma come diceva Lorenzo il Magnifico, “di doman non c’è certezza”.

    ENTRA INCONTATTOCON oiki







      Un breve stop per le festività di Pasqua

      Un breve stop per le festività di Pasqua

      Un breve stop per le festività di Pasqua

      Un breve stop per le festività di Pasqua

      Stringersi intorno agli affetti più cari, in un momento storico così complesso, è importante per ritrovare la giusta carica e motivazione.
      Ci assenteremo solo per qualche giorno, dal 16 al 18 aprile e riapriremo al pubblico il 19 aprile.

       

      Auguriamo a tutti una Pasqua di PACE e di serenità!

      Lo staff di Oiki

      ENTRA INCONTATTOCON oiki